This forum uses cookies
This forum makes use of cookies to store your login information if you are registered, and your last visit if you are not. Cookies are small text documents stored on your computer; the cookies set by this forum can only be used on this website and pose no security risk. Cookies on this forum also track the specific topics you have read and when you last read them. Please confirm whether you accept or reject these cookies being set.

A cookie will be stored in your browser regardless of choice to prevent you being asked this question again. You will be able to change your cookie settings at any time using the link in the footer.


Valutazione discussione:
  • 0 voto(i) - 0 media
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Quello che non ti hanno mai detto dell’ auto elettrica.
#1
Con parole semplici ma molto efficace.

[-] The following 3 users Like George's post:
  • albarca, hpx, roberto72
Thanks given by:
Cita messaggio
Thanks given by:
#2
Come sempre però bisognerebbe anche valutare il contesto globale, ovvero visto che viviamo in un mondo "chiuso" è vero che eliminare una fonte di inquinamento è sempre una scelta obbligata. Ma se questa non è la causa principale ? Cioè anche se eliminata questa fonte (le auto) sarebbe una goccia nel mare ?
Ecco un altro punto di visto che per non aprire una altro 3d intitolerei " Quello che non ti hanno mai detto sui Cargo porta conteiners "

http://www.maurizioblondet.it/venti-carg...del-mondo/
La conoscenza non serve a nulla se non viene condivisa.

Thanks given by:
Cita messaggio
Thanks given by:
#3
Vero che le auto sono solo una piccola parte, però è anche vero che tante piccole cose ne fanno una più grossa e solo cambiando le abitudini e rimuovendo gli sprechi si potrebbe già iniziare a fare una differenza, non solo, si potrebbe anche iniziare ad aver voce in capitolo e puntare il dito contro chi invece agli sprechi non bada.
Ciao
Simone

La natura e l'ambiente se possibile sempre e comunque prima di tutto... per tutto il resto ci pensano già altri a far sufficienti danni!
[-] The following 4 users Like valium64's post:
  • Alessandro71, dfecia, George, Top
Thanks given by:
Cita messaggio
Thanks given by:
#4
Attenzione anche alle fonti del materiale che viene citato
Da una parte abbiamo TED, dall’altra tal Maurizio che nei post del suo autorevole blog lancia invettive contro vaccini, teorie gender e altre amenità
Se poi vogliamo dire che quello che si respira in pianura padana in questi giorni lo hanno portato le navi da crociera, possiamo provarci.
Sei dubbioso sull'acquisto? Leggi perchè guidare ibrido
Sei nuovo dell'ibrido? Leggi la Mini-guida per principianti
Sei curioso dell'ibrido? Guarda cosa c'è sotto il cofano
[-] The following 7 users Like Alessandro71's post:
  • dfecia, Nicholas, nox1111-52, robikinkela, sfrenato, valium64, Zeneise
Thanks given by:
Cita messaggio
Thanks given by:
#5
Dati assurdi : una sola centrale termoelettrica a carbone in Cina ha la potenza di decine di portaconteiner.... E allora come la mettiamo ?
serman, viva la tecnologia amica che non ti complica la vita !
Thanks given by:
Cita messaggio
Thanks given by:
#6
(05-11-2017, 10:32 )Alessandro71 Ha scritto: Attenzione anche alle fonti del materiale che viene citato
Da una parte abbiamo TED, dall’altra tal Maurizio...
Che fondamentalmente dicono la stessa cosa. Indipendentemente dalle ideologie, considerazioni personali di questo Maurizio di cui si può essere d'accordo o meno, ho postato questo articolo perché è solo l’ultimo di una serie fatta da fonti, organismi e testate diverse che pone l’accento su un problema reale di cui fino ad ora si è fatto finta di niente. 
Sono partito nientemeno su quello che il fisico di Ted ha detto e se avete ascoltato bene siamo in un ambiente chiuso, tutti nella stessa “stanza”. Quello che fai da un “lato” si ripercuote in un modo o nell’altro all’intero ambiente. Quindi il fatto di “ripulire” una zona e non tutto l’ambiente in cui viviamo non serve a nulla, come aggiunge e spiega bene il fisico di Ted.
Come è stato stabilito scientificamente che il cambiamento climatico è opera delle attività umane è tutt’altro vero che è stato stabilito che l’apporto delle auto a questo inquinamento è solo una parte e non tanto rilevante. Poi e ovvio che se spostiamo il livello da macro a micro in una città è palese che l’accento inquinamento si sposa principalmente sulle automobili che la popolano visto che ne siamo invasi, anche se ci sono dati contrastanti dato che uno studio fatto a Milano ha rilevato che nelle domeniche ecologiche invernali non hanno portato praticamente a un nulla di veramente concreto perché si è scoperto che il grosso delle emissioni derivava dagli impianti di riscaldamento. Magari in estate le cose erano sono diverse, ma se non piove siamo sempre li. O come a Napoli o a Genova dove le auto o il riscaldamento sono ininfluenti rispetto alle emissioni delle navi del porto. Tutto questo per dire che possiamo ridurre o annullare l’inquinamento nelle cittadine eliminando le auto a combustione, avremo un’aria migliore, ma non abbiamo risolto il fatto che anche a Natale abbiamo temperature primaverili, in estate siccità, trombe d’aria, alluvioni, incendi, tifoni, raccolti andati alla malora… con milioni di euro di danni, però ah beh in città abbiamo l’aria “pulita”. Noi viviamo tutti sulla stessa nave e per quel che si può negare siamo tutti interconnessi, se a poppa imbarcano acqua a prua non possiamo fregarcene perché la nave affonda comunque.
Ecco molte altre fonti in periodi molto diversi che dicono la stessa cosa.
   

http://espresso.repubblica.it/attualita/2016/02/12/news/salvate-l-artico-fermate-i-cargo-1.250279

http://www.lastampa.it/2016/12/09/scienza/ambiente/attualita/sos-mediterraneo-una-crociera-inquina-come-milioni-di-auto-ELYU2khHUegNOz0dtGsTzH/pagina.html

http://www.notiziegeopolitiche.net/merluzzo-dalla-scozia-alla-cina-e-ritorno-le-50mila-navi-che-inquinano-piu-delle-auto/

https://salute.aduc.it/articolo/inquinamento+carburante+dei+cargo+marini+raggiunto_25052.php
La conoscenza non serve a nulla se non viene condivisa.

Thanks given by:
Cita messaggio
Thanks given by:
#7
Questo dettagliato rapporto mette in evidenza quanto il turismo produce emissioni, numeri che non ci si aspetterebbe. Ed è di 9 anni fa...

http://sdt.unwto.org/sites/all/files/doc...te2008.pdf
La conoscenza non serve a nulla se non viene condivisa.

Thanks given by:
Cita messaggio
Thanks given by:
#8
Assolutamente d'accordo nel dire che le auto non sono di certo il solo o più grande problema, e credo che lo siamo i tanti, però eliminare da una parte, tagliare dall'altra e poi magari provare a ridurre da altre ancora di certo qualche miglioramento lo portano.
Purtroppo il problema è che la presenza umana dall'avvento dell'era industriale comunque la si voglia girare sta esponenzialmente distruggendo il pianeta, annullare tale effetto è oramai impossibile salvo essere tutti quanti disposti a tornare ad uno stile di vita rurale, purtroppo cosa utopistica, ma cercare di limitare l'impatto di ogni singolo individuo è ancora possibile, e così facendo se si adotta anche uno stile di vita meno consumistico e più a chilometro zero di riflesso si potrebbe determinare un minor impatto dell'industria e del trasporto commerciale ma anche turistico volendo, però sono molte poche le persone disposte ad adottare realmente tali comportamenti, quindi.
Ciao
Simone

La natura e l'ambiente se possibile sempre e comunque prima di tutto... per tutto il resto ci pensano già altri a far sufficienti danni!
[-] The following 2 users Like valium64's post:
  • dfecia, ziocar
Thanks given by:
Cita messaggio
Thanks given by:
#9
Non si può garantire a 7.5 miliardi di persone quel benessere che le culture occidentali interconnesse tra loro con le nuove tecnologie sciorinano ai quattro venti


... e purtroppo c'è già chi Getta le basi per creare le condizioni volte a dare una sfoltita considerevole a questi 7.5 miliardi
L'Ibrido ti mette li una possibilità - che volendo ha anche aspetti ludici- di cercare di consumare meno: se vuoi la cogli, se non vuoi.. premi il tasto power e.. puoi andare anche molto forte
[-] The following 1 user Likes CLAUDIK's post:
  • recce
Thanks given by:
Cita messaggio
Thanks given by:
#10
Ma siamo poi tanto sicuri che quello che rappresenta lo stile di vita dei paesi più agiati rappresenti il benessere?
Io viaggiando spesso per lavoro mi trovo alle volte a visitare paesi che noi definiamo poveri seppur non del terzo mondo, vedi vari paesi del est Europa, ebbene hanno meno industria e tecnologia ma vedo moltissima gente anziana in perfetta forma aggiro, vedo meno fabbriche e più campi, meno shopping center e più parchetti di città, meno ristoranti stellati e più trattorie, meno club sfavillanti e più pub e circoli, e sinceramente li vedo vivere meglio di noi anche senza avere un iPad o una sportiva 250cv.
Poi vado in Medio Oriente o Asia e vedo che anche in quei paesi meno benestanti si cerca di imitare lo stile di vita consumistico occidentale, e tutti corrono, tutti sono sempre interconnessi, passano dal loro mezzo al fast food dopo aver ordinato via smartphone il take away desiderato e ingurgitare mentre corrono verso il prossimo impegno o semplicemente verso casa o ufficio per "abbracciare" un altro schermo, gli anziani sono memo anziani ma molto meno sani e aggiro ne incontri pochi, i bimbi anzi che giocare al parco sono lobotomizzati da dei display, lo shopping center è il must to do delle festività e anzi che incontrarsi al pub si chatta online...
Ebbene, anche senza ridurre la popolazione mondiale tornando a consumare di meno e maggiormente ciò che il nostro territorio ci ha da offrire buona parte di questi problemi di inquinamento da globalizzazione interconnessa si ridurrebbero drasticamente e la gente vivrebbe meglio, almeno quella con ancora un minimo di sanità di mente e reale senso della vita, quella vera, quella dove se c'è il sole non ti chiudi in una scatola di latta per sposarti di 4 o 5 chilometri e se piove maledico il tempo perché ti tocca farlo anzi che fare una sana sgambata o pedalat.
Ciao
Simone

La natura e l'ambiente se possibile sempre e comunque prima di tutto... per tutto il resto ci pensano già altri a far sufficienti danni!
[-] The following 2 users Like valium64's post:
  • CLAUDIK, dg300
Thanks given by:
Cita messaggio
Thanks given by:


Discussioni simili
Discussione Autore Risposte Letto Ultimo messaggio
  La prima auto elettrica Toyota nel 2019 sara´una C-HR George 17 1.386 11-12-2017, 08:15
Ultimo messaggio: NakedSnake
  Toyota e l'auto elettrica Prius64 15 1.222 24-11-2017, 11:10
Ultimo messaggio: pietromr2
  L´Alto Adige crede nella mobilita´ elettrica e nell´energia pulita. George 2 586 17-11-2017, 10:22
Ultimo messaggio: Fabio3
  Model 3 un iPad con le ruote una auto tutta touch George 21 2.324 20-10-2017, 12:24
Ultimo messaggio: MMARCO
  La verità sull'autonomia delle auto elettriche Nicholas 93 7.848 11-10-2017, 10:40
Ultimo messaggio: NickM
  Anche toyota produrrà auto elettriche? arabykola 55 10.053 05-09-2017, 10:42
Ultimo messaggio: hpx
  Opel Ampera-elettrica provata da Paolo Attivissimo. George 35 4.079 18-08-2017, 06:30
Ultimo messaggio: George
  Parte la mia caccia all'elettrica luctun 89 10.991 12-08-2017, 07:25
Ultimo messaggio: roberto72
  Auto elettrica solare Sion, debutto sul mercato entro il 2018 - GreenStyle berna7 15 4.051 27-07-2017, 03:20
Ultimo messaggio: Battery Drain
  Auto Elettriche SI/NO vostri parei e motivazioni. George 111 16.427 15-06-2017, 07:02
Ultimo messaggio: Nicholas

Vai al forum:


Utenti che stanno guardando questa discussione: 1 Ospite(i)