This forum uses cookies
This forum makes use of cookies to store your login information if you are registered, and your last visit if you are not. Cookies are small text documents stored on your computer; the cookies set by this forum can only be used on this website and pose no security risk. Cookies on this forum also track the specific topics you have read and when you last read them. Please confirm whether you accept or reject these cookies being set.

A cookie will be stored in your browser regardless of choice to prevent you being asked this question again. You will be able to change your cookie settings at any time using the link in the footer.


Valutazione discussione:
  • 1 voto(i) - 5 media
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Prove di applicazione di EV
#1
Date tutte le discussioni di questi giorni con beneficio del dubbio ieri avevo deciso di provare oggi su un breve percorso urbano la tecnica del P&EVC visto che quella del P&EV quando avevo provato la avevo trovata inefficace se utilizzata su un percorso completo ma potenzialmente fattibile e proficua se ragionata in determinate condizioni, mi sono quindi preparato ieri facendo l'ultima tratta in EV così da esser già a SOC abbastanza basso da avere un risultato più verosimile possibile ad un utilizzo continuativo del P&EVC.
Stamani partenza con SOC a 47%, prima tratta di 3.3 Km con 20 mt di dislivello totale a favore anche se in realtà nei primi 300 mt devo affrontare 2 rampe che mi fanno salire di quasi 5 mt, primo intoppo S1 parte subito perché con SOC basso e quindi non posso ritardarlo uscendo da casa e chiudere il cancello con EV selezionata, strade secondarie senza intoppi ne arresti e arrivo diretto a destinazione.
Pausa di 45 minuti e seconda micro-tratta, 700 mt e 3 mt di quota riguadagnati con ennesimo S1 non rinviabile sempre per SOC troppo basso e modalità EV negata.
10 minuti di pausa e ultima tratta per tornare a casa, 2.8 km essendo la strada del ritorno leggermente diversa dall'andata e recupero fino ad arrivare alla quota di partenza con i 5 metri di dislivello a salire per poi riscendere e arrestarmi con SOC 45%.
Ebbene, ieri prima di decidere di scaricare SOC per fare la prova ero ad una media sul pieno fatta da poche decine di Km di 4.3 l%, oggi sono tornato a casa con una media di 5.3 l% e nel complessivo della prova sono arrivato alla fine con un orribile 7.1 l%.
Su un percorso praticamente identico ieri mattina, ma con una sosta intermedia 500 mt prima di dove mi son fermato oggi nella prima tratta ho portato a casa un complessivo di 4.8 l% guidando con Torque nel bracciolo e col TT2 in visualizzazione dei brani riprodotti a parte alla partenza ed al arrivo dove ho voluto controllare lo stato del SOC, quindi S1 da me deciso quando far partire grazie al SOC iniziale 64%, P&G e P&R fatti valutando solo cosa la strada davanti a me presentava, un paio di tratti in EV grazie al SOC accumulato negli S1 e nei Regen, e ritorno a casa con 65%.
Tempo totale oggi con P&EVC seppur non perfetto dato che non ho mai potuto fare SOC 40-44% ma 47-44% 26 minuti in movimento contro i 20 di ieri con P&G, P&R ed EV ragionato.

Lasciando perdere che guidare con la coda del'occhio puntata sul telefono per monitorare il SOC per me è insopportabile, mi sembrava di essere un neopatentato un po imbranatello che vive sbirciando il contagiri per vedere se deve cambiare.
All'andata in piano e discesa una volta ammortizzato l'S1 iniziale, partito obbligatoriamente a 10 secondi dall'avviamento della macchina non potendo selezionare EV (quindi sprecato a fermo o quasi anzi che in marcia lenta), i consumi sono poi ovviamente scesi anche se non a sufficienza, al ritorno invece i 2 S1 e la salita hanno del tutto ammazzato la media, come la hanno ammazzata i consumi in salita a SOC basso senza un gran apporto elettrico e ICE che ad ogni minima variazione dell'acceleratore si accendeva per devolvere al termico praticamente tutto il lavoro.
Aggiungiamo che se si guida in luoghi con spazzi relativamente corti spesso non si ha tempi necessari ad affrontare le varie fasi in modo ottimale e quindi tra gli S1 che alzano il SOC, i Pulse e gli EV non sufficientemente lunghi e le varie frenate per fortuna almeno quelle quasi tutte rigenerative, scendere sotto SOC 44% è stato impossibile ed al ritorno il 45% l'ho ottenuto solo perché non avendo nessuno dietro mi son permesso di guidare da lumaca anche su una breve rampa per consumare il SOC in eccesso rispetto alla partenza, perché in salita ICE stava acceso quasi sempre fisso ma anche nelle tratte piane non potendo viaggiare a 20 all'ora su tratte da 40 e 50 alla minima richiesta di potenza ICE partiva e non potevo farlo spegnere fino ad aver almeno avvicinato il flusso del traffico.

So che questa prova può essere per certi versi un caso limite, nel senso che si parla di percorsi molto brevi in prima periferia urbana che è quasi un centro, con delle pendenze non montane ma comunque non irrilevanti e soprattutto continue, ma siccome in molti spesso chiedono pareri e consigli per affrontare percorsi simili e molte delle risposte che ricevono sono generiche o date senza aver realmente affrontato tali tipologie di percorso mi sembrava interessante avere un riscontro diretto.
Domani dovrei poterla provare su un percorso di urbano periferico ed extraurbano su una strada di scorrimento come la Via Aurelia tra Massa e Santo Stefano Magra, dislivello tra i due punti estremi di soli 8 mt e quindi poter vedere cosa succede su percorsi leggermente più lunghi e si spera lineari.
Ciao
Simone

La natura e l'ambiente se possibile sempre e comunque prima di tutto... per tutto il resto ci pensano già altri a far sufficienti danni!
[-] The following 1 user Likes valium64's post:
  • dfecia
Thanks given by:
Cita messaggio
Thanks given by:
#2
Dal 15 novembre scorso ho una Prius, dopo aver letto tanti post sul forum, essermi dotato di Obdlink, Hybrid Assistant, Torque, aver sperimentato tutte le tecniche di guida e rischiato più volte incidenti per guardare i dati sul cellulare  durante la guida, Shocking ho deciso di smantellare tutta la strumentazione e guidare in modo "spensierato", quando mi va e l'auto lo consente vado in EV, non mi preoccupo di SOC, Ampere ecc... e mi sembra che il risultato non sia male...
Percorsi misti (starda statale con file, rotonde e spesso incolonnamenti, percorsi urbani(litorale di Rimini) e niente montagna)
Provare per credere Yes
[attachment=1836]
[-] The following 4 users Like Coelo's post:
  • luckide, Vaarda, valium64, Zeneise
Thanks given by:
Cita messaggio
Thanks given by:
#3
Tenete presente che comunque qualsiasi utilizzo della EV richiede poi una ricarica , e questo passaggio in più porta sempre a perdite energetiche, per cui l' ideale sarebbe il non utilizzare la trazione puramente elettrica , tranne rari casi, per cui la guida spensierata ma senza voler correre alla fine dovrebbe dare ottimi risultati.
.
.
.
Lexus GS300h MY2014
ver. Luxury - Night security pack - tetto apr.
Thanks given by:
Cita messaggio
Thanks given by:
#4
Vorrei portare la mia esperienza, pensavo di fare più prove per avere una statistica più ampia, ma intanto vi porto le mie prime impressioni. 
Parliamo del mio tragitto per andare al lavoro, 12 km in tutto, una metà in urbano che può essere più o meno trafficato ed un'altra metà in extraurbano con velocità sugli 80-90km/h effettivi ed eventuale traffico vario anche incolonnato, dipende dai giorni (caro, amato GRA). Ho prevalentemente guidato seguendo il principio "non usare l'elettrico per la trazione" quindi accelerazioni cercando di usare, per quanto possibile, ICE, e andare in Glide per i rallentamenti. Aggiungo che la morfologia romana è fatta di saliscendi. Utilizzando la tecnica sopra detta mi trovavo spesso con il SOC al di sopra del 60%.
Negli ultimi giorni ho deciso di provare ad utilizzare maggiormente l’elettrico (prendendo spunto da una discussione privata con slowmark ed i suoi commenti sul mio elevato livello di SOC) ispirandomi alla “tecnica Giotto” e agli studi tecnico statistici di Slowmark. Dico ispirandomi perché non è per me fattibile utilizzarla secondo le sue precise direttive volte all’ottenimento del massimo rendimento. In poche parole cerco di usare EV in abbondanza per mantenere la velocità ed anche per le blande o brevi accelerazioni, spingendomi fino a 2/3 di Eco ed anche quasi a metà ECO, fintanto che non arrivo alle 2 tacche (anche se non sempre ci arrivo, data la necessità di accelerare anche con ICE e fino in zona power, se necessario). Se il percorso e la richiesta di accelerazione lo richiedono utilizzo ICE senza problemi, qualunque sia il SOC, se il SOC aumenta lo uso appena possibile. Ebbene, devo ammettere che mi aspettavo un peggioramento, soprattutto a causa del fatto che il pezzo di GRA da percorrere generalmente lo faccio tutto con ICE acceso, aggravato dal basso livello di SOC. Invece ho raccolto i seguenti dati:

Andata con temperatura esterna nel range 10-14°C
“Giotto” 20,2km/l per 51,0km con una Tmedia di 11,6°C
“SOC60” 19,5km/l per 142,8km con una Tmedia di 11,5°C

Ritorno con temperatura esterna nel range 21-25°C
“Giotto” 22,9km/l per 84,7km con una Tmedia di 22,5°C
“SOC60” 22,3km/l per 42,4km con una Tmedia di 22,7°C

Il SOC medio si è abbassato da circa il 60% a circa 50-55% (il tratto “extraurbano” mi riporta il SOC fin quasi al 60%).

Le mie impressioni:
aver “sdoganato” l’utilizzo dell’EV anche massiccio mi permette di guidare più rilassato e meno “scattoso”. Il basso livello di SOC porta qualche inconveniente: a quando si parte con SOC basso non è possibile ritardare S1 (se dovete fare qualche manovra in garage o altre strategie) ed il margine dalla ricarica forzata in caso di traffico molto intenso è più risicato (considerate comunque che nelle statistiche sopra riportate me ne sono beccata una e tutto sommato non è stato un disastro). Inoltre a parità di richiesta di potenza il motore, con SOC basso, “canta” di più, e questo ad alcuni può dare fastidio.
Altro punto: lasciando stare HA (ho applicato la tecnica anche senza) bisogna comunque dare una occhiata ogni tanto alla carica di batteria perché con le 2 tacche è opportuno lavorare per ricaricare (anche se non mi è capitato molto spesso, a causa della tipologia del mio percorso), ma ho meno bisogno del power meter, che invece era il riferimento per cercare lo pseudo Glide (una occhiata avevo bisogno ancora di darla, per PAURA di usare troppo l’EV, per il quale ero diventato quasi fobico Wink_smilie ).

Certo, il campo statistico è ancora modesto, inoltre adesso le temperature si alzano e con esse migliora l’efficienza della batteria (ma anche la temperatura, che potrebbe essere critica con questo maggiore utilizzo dell’EV puro).

In definitiva mi aspettavo da questa tecnica un peggioramento dei consumi ed invece ho addirittura trovato un leggero miglioramento, e questo mi ha stupito, soprattutto perché, ribadisco, non ho ridotto velocità medie e accelerazioni rispetto a prima, anzi! 

Continuerò a fare prove, ripartendo da zero perché ieri ho montato gli pneumatici estivi che sono enormemente più scorrevoli di quelli invernali che ho (e gli estivi sono i FS di serie!). Vedrò di aggiornare i risultati, magari con qualche esteso extraurbano, ora che le giornate si fan belle e ci sono un po’ di feste!

DISCLAIMER: questa è la MIA personale esperienza, sul MIO tragitto casa lavoro (e altri spostamenti cittadini romani dei quali però non posso riportare numeri), NON è la “tecnica Giotto”, ne prende solo ispirazione nell’utilizzare EV finché ce n’è, ma, mi ripeto, senza diventare ostacolo per il traffico né tantomeno lesinando nelle accelerazioni quando necessarie. Oltretutto sicuramente non ho la pretesa di dire che il mio applicare "SOC 60%" sia fatto al meglio (d'altronde basta guardare le mie medie! Biggrin2 ) : questo è un confronto PURAMENTE PERSONALE.

Un saluto a tutti e Buona Pasqua!
Thums up Auris Hybrid MY15 Lounge:
Bye2 Ph34r Auris HSD MY13 Lounge:
[-] The following 2 users Like pistarino's post:
  • MarcoTech, valium64
Thanks given by:
Cita messaggio
Thanks given by:
#5
Mi unisco alla discussione, ho la macchina da poco un mese e mezzo, quindi mi sto ancora facendo le ossa e sono in piena fase di gioco e sperimentazione. Oltre tutto le temperatura da fine febbraio ad ora sono in netto miglioramento quindi il trend dei consumi è in naturale fase di miglioramento a prescindere dal mio piede che comunque anche sta facendo esperienza.
Seconda premessa, non sono uno che vuole a tutti costi consumare meno preferisco una guida rilassata, anche se ogni tanto per giocare le mie tecniche le sperimento.
Finite le premesse devo dire che mi trovo in accordo con pistarino anche se non ho realmente provato la tecnica di giotto che per i miei gusti e stile è troppo macchinosa ho semplicemente iniziato a non aver paura di utilizzare l'EV. Utilizzando l'EV in maniera ragionata, sto notando dei miglioramenti netti. Prima tendevo ad avere SOC sempre intorno al 60 e oltre, ora tra il 40-60 in base alle situazioni.
Devo però dire che non solo la media di velocità non si è abbassata ma il consumo medio giornaliero da CdB (tra qualche mese vedrò se sprint monitor mi da conferma) è nettamente migliore. Il mio micropercorso giornaliero è sceso da 5.5 andata e ritorno a 4.3 e qui non si parla di temperature perché il dato è variato in pochi giorni di distanza. E la media generale si è abbassata da un generico 4.5/4.2 a un 4.3/4.0. Ora al contrario del micropercorso che sono dati precisi, queste medie sono generali e sono più sensazioni che dati reali infatti aspetto di vedere se sprintmonitor mi darà conferma tra qualche mese.

In pratica mentre prima utilizzavo il P&G ora utilizzo, in base alle situazioni, l'EV per allungare il Glide, per mantenere la velocità, per brevi accelerazioni ecc. Senza stare troppo ad impazzire ma senza abusarne troppo. Il SOC è un po' più altalenante, e si il rumore di ICE è più pronuciato e può dar fasitido. Quando arrivo in extraurbano scorrevole in ogni caso basta poco per riportare SOC a 60 e utilizzare sweet point e, almeno per ora l'aumento di consumo per portare il livello di SOC a 60 è inferiore al guadagno dato dall'uso dell'EV ragionato.

Il tutto mi da una guida più fluida, più spensierata e per ora con consumi migliori. L'unico neo è appunto il rumore del motore spesso più forte.

Ovviamente questo per i miei percorsi e con la mia esperienza attuale poi più avanti, con macchina più slegata e piede più allenato chissà…
Thanks given by:
Cita messaggio
Thanks given by:
#6
Ciao Nesky, bravo, sperimentare fa bene, anche io da quando l'ho presa sperimento sempre qualcosa di nuovo, ma non è sempre facile misurare vantaggi e svantaggi e capire che cosa migliora e cosa peggiora nelle varie condizioni. Anche io incuriosito ho introdotto un po di EV in più ma solo dopo essere sceso almeno 40 km/h e se posso mantenerla costante. Nelle incertezze del traffico mi rendo conto che mi risparmia diverse accensioni del termico inefficaci, ma non forzo a scendere fino a 2 tacche. Quando capita una coda importante é inevitabile arrivare a 2 tacche, ed anche li ho cominciato a sperimentare Pulse molto lenti a 1/4 di eco dopo aver forzato l'accensione del motore, poco prima della ricarica forzata solo fino al raggiungimento delle 3 tacche.
Ma non so come misurare il miglioramento, mi fido di chi ha fatto le prove.. É capitato che giocando un pò con EV mi sono trovato in situazioni di traffico dove non ho potuto evitare la ricarica forzata, e che avrei superato brillantemente se la avessi iniziata con la batteria a 6 tacche. Non so voi, ma a me questo continuo sperimentare rende i viaggi molto piacevoli, ogni occasione per poter guidare l'auto di mia moglie é buona!
[-] The following 2 users Like MauroneRelax's post:
  • Dado, Prousseau
Thanks given by:
Cita messaggio
Thanks given by:
#7
Vero, ma abbiamo indubbiamente tragitti diversi. Molto spesso io viaggio fuori città e in paese dove non c'è vera congestione ma rallentamenti e un po' di traffico e posso permettermi di scendere di tacche cosa che non posso fare in città dove arrivare con poca batteria è come dici tu problematico. In paese posso sfruttare di più EV a basse velocità senza rischiare di trovarmi bloccato e ricarica forzata. Non ho tale esperienza per rischiarlo in città dove il P&G risulta essere ancora il più comodo. Solo che in generale aumentando l'EV in modo ragionato sto notando davvero ottimi risultati soprattutto evitando spesso accensioni inutili di ICE e allungando i Glide.
[-] The following 1 user Likes Nesky's post:
  • Dado
Thanks given by:
Cita messaggio
Thanks given by:
#8
(15-04-2017, 01:35 )Nesky Ha scritto: Solo che in generale aumentando EV in modo ragionato sto notando davvero ottimi risultati soprattutto evitando spesso accensioni inutili di ICE e allungando i Glide
In molti dei recenti post in giro per il forum, sto notando che alla fine, i vecchi discorsi, meno legati a tecniche costrittive... tornano. 

vedi "uso ragionato dell'EV",  da cui abbiamo coniato l'EV Ragionato appunto.

Il non aver la paura di scendere sotto il 60% di SOC, in certi contesti, tenendo in considerazione soprattutto la probabilità, può tornare utile. Allo stesso tempo, non esagerare scendendo troppo verso la % della ricarica forzata, sempre per le probabilità oltre che per il consumo in sé maggiore, evita di dover recuperare eccessivamente se cambia il contesto (mettiamo il caso di un percorso misto urbano /extraurbano). 

Io generalmente quando non conosco il percorso e le sue caratteristiche, cerco di stare sulle 6 tacche o giù di lì.

Aggiungo : se poi  voglio raggiungere il risultato migliore possibile, seppur in condizioni di traffico e forzando un po', beh... Uso con testa l'EV impegnando buona parte dell'attenzione, ci riesco. Vedi il 2,1 su 160km del lago Maggiore.  Wink_smilie
Auris Active+ 2013 ...quando vado in moto si girano per l'urlo dei 110 cavalli e il "Nastro Azzurro...", in macchina si girano per il silenzo dei 136 cavalli bianchi.... e meno male che si girano (e mi vedono) DevTank
[-] The following 3 users Like Dado's post:
  • paperinik, Prousseau, valium64
Thanks given by:
Cita messaggio
Thanks given by:
#9
Come anticipato ieri stamani ho fatto due test, uno alla mattina di andata in cui mi ero proposto di provare il P&EVC con ausilio di HA ed uno di quella che io definisco "guida normale ibrida", ovvero una guida predittiva e cosciente che sfrutta di volta in volta la conduzione più adatta alle caratteristiche del percorso che si vanno ad affrontare.
Punto fermo di entrambe le prove era di non essere assolutamente di intralcio al flusso del traffico e assecondare i limiti senza necessariamente cercare di stargli il più vicino possibile.
All'andata la strada era leggermente umida a causa di un breve rovescio caduto un paio di ore prima ma oramai quasi asciutta, al ritorno leggermente bagna perché piovigginava ed in alcuni tratti ha piovuto più forte, ma le differenze dell'asfalto erano molto contenute è quindi l'influenza sul risultato finale potrà esser stata forse di un 2% esagerando sui consumi totale.
Per il traffico invece alla mattina pochissime auto ed abbastanza scorrevoli, quindi tutte le manovre o quasi sono state eseguite come programmate e non si sono resi necessari sorpassi, al ritorno il traffico era tutto in movimento ma leggermente più intenso e più volte mi sono dovuto trovare costretto a correggere le mavovre ed in certi casi a rinunciare a delle frenate rigenerative per evitare tamponamenti oltre ad aver sofferto in vari punti il dover abbassare la velocità forzatamente rispetto a quella ideale percorribile o abortire dei Pulse in corso d'opera, col beneficio del dubbio, ma credo che in quei tratti uno 0.3l% almeno me li sono mangiati tutti, perché erano quasi tutti inconvenienti a metà Pulse che mi costringevano a mollare e rallentare o frenare e principalmente in zone di falsopiano a favore dove terminato il Pulse avrei potuto sfruttare sia uno Sweet Spot che un Glide bello lungo.
I due percorsi sono differenti di poche centinaia di metri nel complessivo e le quote di partenza ed arrivo le ho rilevate da web perché ho notato che quando uso il Galaxy Note 1 che utilizzo come muletto dedicato ad HA e Torque spesso le quote sono parecchio sballate.

Per la prova del P&EVC ho provato ad eseguirlo alla lettera, ma mi è stato impossibile, non so se per la morfologia del percorso che aveva un dislivello da punto di inizio a punto di fine molto basso con 8mt a favore all'arrivo ma con un susseguirsi di leggeri e leggerissimi saliscendi o se per il tipo di strada che seppur urbano scorrevole ed extraurbano è farcito di svariati semafori e rotonde con un alternarsi di limiti di velocità compresi tra 30 e 70, se perché la Auris My15 si comporta diversamente dalla Prius di Giotto, ma sono riuscito a scendere solo in pochissime occasioni a SOC vicino al 40%, anche sforzandomi a abbassarlo di più il tipo di percorso e la logica di gestione della macchina non mi hanno permesso di farlo e mi son sempre trovato a combattere contro un sistema che mi riportava più su, sarebbe stato possibile scendere ulteriormente e mantenerlo basso ma a costo di infrangere la regola base che mi ero dato, ovvero non essere di intralcio al traffico, avere delle accelerazioni tranquille ma non troppo blande da risultare di impaccio e mantenere una velocità non inferiore del 30% rispetto a quello che era il limite vigente ed il flusso del traffico.

Per la prova del P&all ho guidato invece con HA chiuso nel bracciolo della vettura, monitor del TT2 sui brani in esecuzione (Pandoras Box degli Aerosmith  Punk) e a CdB la velocità digitale, ovvero una guida in stile guardo la strada davanti a me e penso solo a seguire il flusso del traffico.
Il beneficio principale è che con un SOC maggiore lasciato gestire in totale autonomia dalla vettura in ogni accelerazione il contributo di MG 2 è maggiore e ne guadagna lo slancio oltre a poter godere di una maggior libertà non essendo sempre al limite minimo del SOC per la ricarica forzata.
In più con SOC nono troppo basso si ha il gran vantaggio di poter far partire S1 quando lo si desidera o comunque non appena è necessario anzi che i forzati 10 secondi dopo l'accensione della vettura, e sui viaggi brevi è un vantaggio mica da poco.

A seguire i link ai log completi di HA ed una tabella di riepilogo per una comparazione veloce, il sunto degli esiti di queste due prove comunque è uno ed uno solo, a quasi parità di risultato con un consumo finale di un 4% di maggior risparmio di carburante con P&all rispetto al tentativo di P&EVC e con velocità medie e tempi di percorrenza pressoché identici, ma con una guida totalmente rilassata e spensierata del P&all rispetto a quella del P&EVC dove più che a guidare mi sembrava di essere un ingeniere di pista di una scuderia di F1 che analizza e studia le telemetrie per dire al pilota come comportarsi in ogni frangente. 
Beneficio del dubbio riguardo ad un eventuale comparazione in altri contesti o regole di base per la guida la cosa sicuramente potrebbe portare a risultati diversi, ieri nella mini prova urbana trafficata e con dislivelli più pronunciati ad esempio il P&all ne è uscito con un vantaggio nettamente maggiore di oggi mentre in altri casi potrebbe verificarsi il contrario.
Con tutto ciò io sono sempre più a sostegno dell'idea che se non si vogliono fare record a qualsiasi costo ed a discapito del piacere e la naturalezza di guidare la cosa migliore si sempre quella di sperimentare le varie tecniche per apprenderne l'applicazione ed i vantaggi e poi guidare più rilassati e predittivi possibili scegliendo di volta in volta come condurre la macchina... massima gioia, tanta resa e niente sbatti ed alterchi con gli altri conducenti educati della strada!
Come dicevo anche a ziocar arrivato a destinazione, perché mi stavo andando ad incontrare con lui per bere un caffè assieme e fare quattro chiacchiere, le nostre vetture da guidare sono un piacere, e salvo essere a fare un economy-run o una prova di record, non c'è cosa migliore che guidarle in rilassatezza ed apprezzare i già stupendi risultati che con una guida educata e coscienziosa ci regalano.

P&EVC (Quasi)
P&all (guida spensierata)

P&EVC (Quasi)P&all (Seguo la strada)
Durata (in movimento)31m:01s30m:17s
Distanza Totale22.42 km21.84 km
Distanza EV13.23 km12.75 km
EV %55%58%
Velocità Media (in movimento)42 km/h42 km/h
Velocità media EV37 km/h37 km/h
Velocità Massima62 km/h64 km/h
Consumo3.665 L/100km3.524 L/100km
Carburante0.822 L0.770 L
Altezza Inizio30 msl26 msl
Altezza Fine22 msl30 msl
Differenza quota- 8 mt+ 4 mt
Start SOC44.00 %50.20%
End SOC48.24%53.73%
Avg. SOC48.05%54.31%
Max SOC54.12%60.00%
Min SOC41.00 %46.67%
SOC Differenza da ottimale-11.95%-5.69%
SOC da frenata rigenerativa20.00%14.51%
SOC da coasting3.14%7.45%
SOC totale guadagnato23.14%21.96%
SOC da ICE41.18%18.04%
HV Corrente Avg.-0.38 A-0.25 A
HV Corrente Max109.19 A-93.00 A
HV Corrente Min-99.32 A96.71 A
HV Tensione Avg.223.70 V229.62 V
HV Tensione Max188.50 V2.50 V
HV Tensione Min259.50 V264.00 V
Energia Totale da batteria1.053 kWh0.728 kWh
Energia Totale 1.216 kWh0.830 kWh
Energia bilanciamento0.163 kWh0.102 kWh


NOTARE BENE:
Con questo non intendo sminuire gli impegni di chi le tecniche di hypermiling le studia, crea ed applica, semplicemente però mi sto dilettando a cercare di capire per i miei percorsi e per la mia filosofia di guida se e cosa possa aver un senso esser applicato, a quale costo e se per me il gioco possa o meno valerne la candela, ma anche per farmi un idea pratica di cosa si stia discutendo e specialmente avere un esperienza diretta personale per poter eventualmente dare dei suggerimenti quando gli utenti chiedono pareri e consigli senza trovarmi a sentenziare sulla sola base di teorie o per partito preso.
Ciao
Simone

La natura e l'ambiente se possibile sempre e comunque prima di tutto... per tutto il resto ci pensano già altri a far sufficienti danni!
[-] The following 7 users Like valium64's post:
  • Dado, dfecia, matic, paperinik, vighivm, Zeneise, ziocar
Thanks given by:
Cita messaggio
Thanks given by:
#10
Ma la tecnica EV riguarda l'utilizzo del tasto, oppure viene innescata con una procedura di guida ben precisa?
Thanks given by:
Cita messaggio
Thanks given by:


Discussioni simili
Discussione Autore Risposte Letto Ultimo messaggio
Pencil Prius V3 -  Prove di hypermiling estreme Ferls80 118 55.693 21-05-2017, 09:56
Ultimo messaggio: Ferls80
  Auris 2013 -  Prove di hypermiling janka 34 8.730 11-01-2016, 10:33
Ultimo messaggio: Maxwell61

Vai al forum:


Utenti che stanno guardando questa discussione: 2 Ospite(i)