This forum uses cookies
This forum makes use of cookies to store your login information if you are registered, and your last visit if you are not. Cookies are small text documents stored on your computer; the cookies set by this forum can only be used on this website and pose no security risk. Cookies on this forum also track the specific topics you have read and when you last read them. Please confirm whether you accept or reject these cookies being set.

A cookie will be stored in your browser regardless of choice to prevent you being asked this question again. You will be able to change your cookie settings at any time using the link in the footer.


Valutazione discussione:
  • 0 voto(i) - 0 media
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
RSS - Dichiarata emergenza nucleare, terremoto Giappone, evacuate 2800 persone dalla centrale nucleare di Fukushima Daiic
#11
(15-03-2011, 09:04 )Emilio Ha scritto: Scusa Seli, ma che differenza fa avere le centrali solo in altri paesi e non da noi? Se dovesse succedere qualche incidente in Francia, non saremmo interessati anche noi? (Vedi Cernbobil)
Nonostante quanto successo a Cernobil ed in Giappone sinceramente non penso che la cosa sia probabile.
Possibile si, probabile no.

In fin dei conti su 400 centrali al mondo che girano da 60 anni, incidenti gravi ce ne sono stati una decina (o per meglio dire 3, Green Island ed i due citati).
Parliamoci chiaramente: è più probabile morire in una centrale a carbone o in una centrale nucleare?
O più semplicemente rimanere intossicati in una centrale a combustione o in una a fissione?
(Ovviamente parte tutto dal presupposto che tutto sia fatto bene ed a regola d'arte, e normalmente le centrali nucleari lo sono).

Invece i problemi ed i lati negativi che io vedo nel nucleare sono di tipo politico ed amministrativo e quindi rimangono ben saldati al confine anche se ad 1 km dall'Italia.

Quali sono i problemi?
Ma i soliti: il mettere d'accordo la popolazione, il non far sfigurare le giunte, i lunghissimi tempi di costruzione e smantellamento ed anche fermi macchina per manutenzione durante l'esercizio, la sicurezza non solo per quello che può USCIRE dalle centrali (radiazioni e materiali) ma anche per chi può ENTRARE (ladri e terroristi) ed ovviamente le scorie che oggi come oggi hanno un tempo di decadimento che per la nostra vita di umani si può considerare eterno (e di conseguenza il loro costo infinito, non sapendo bene come si possono disattivare, ma per ora sono costi di sorveglianza per tutta la loro vita)... tutti problemi che non mi voglio far carico (come italiano) perchè non approvo e non considero conveniente, ma se un francese a 5 km da casa mia ci pensa lui e mi vende il solo prodotto finale (l'unica cosa che mi interessa) -ovviamente mettendomi nel costo anche tutte le voci che ho citato- io sono seriamente interessato alla sua proposta e quindi favorevole all'ENERGIA dal NUCLEARE.

E' lo stesso principio col quale compriamo tutto: dei costi e sbattimenti produttivi noi non ce ne facciamo carico: il nostro negoziante/fornitore ci da' il prodotto finito e ben confezionato, facendoci pagare tutto (anche il suo lavoro, ovviamente), sta a noi dire se ci va bene.
A me va bene.
____________________________________________________
Tutte la doc tecnica che volete: http://www.selidori.com/tech/
Thanks given by:
Cita messaggio
Thanks given by:
#12
(12-03-2011, 04:16 )bartagna Ha scritto: Guarda la casualità Hmm ..il destino... dopo l'incidente di Cernobyl, c'è stato il referendum sul nucleare (nel 1987); adesso questa emergenza nucleare in Giappone un paio di mesi prima del nuovo referendum sul nucleare che devono fare, forse nell'election day o il 10 giugno.
Avrete sentito che il governo italiano ha capito che proseguire sul 'vogliamo il nucleare' sarebbe stato fallimentare ed ha previsto una 'pausa di riflessione' che sembra una exit strategy per farsi meno male possibile.
Non voglio essere polemico, infatti faccio notare che il caso non è solo italiano, ad esempio anche il governo tedesco (con l'appoggio della Merkel) che prima aveva esteso la vita delle centrali nucleari (con grandi cavilli andando incontro all'opinione pubblica che non ne voleva di nuove, da qua l'allungamento della vita delle esistenti) ora ha previsto una 'sosta di ripensamento'; quello che ora anche mi chiedo è se il Giappone poi avrà il coraggio di ripartire col nucleare.
Non vorrei essere nei loro governanti perchè è una bella rogna: non si tratta di una ventina di centrali terminali come in Germania ma di ben 55 (+14 in costruzione)... quasi 70 centrali costosissime da chiudere e dismettere (fonte: wikipedia).
Brutto affare. Hmm

In fin dei conti, visto l'entità della tragedia, è successo ben poco ma l'emozione oramai è tanta...

Comunque possiamo fare anche il ragionamento inverso... e se invece terremoto e tsunami non avessero creato nessun problema alle centrali giapponesi?
Si sarebbe decisamente consacrato il nucleare come sicurissimo anche con catastrofi naturali?

E' proprio vero che basta 'poco' a cambiare tutto... nel caso di "nodanni" probabilmente l'attuale governo italiano pro-nuclearista sarebbe partito a razzo senza più nessun freno, convincendo anche gli indecisi, in questo caso, secondo me, si è veramente giocato il cadreghino (perchè il nucleare è il traino per andare comunque ai referendum anche fuori tema (il cui raggiungimento del quorum verrebbe strumentalizzato dall'opposizione come debolezza di governo) ed ad altri progetti che ora appaiono ancor più irrealizzabili (come ad esempio il ponte sullo stretto di Messina)).

E' stato indubbiamente sfortunato.
____________________________________________________
Tutte la doc tecnica che volete: http://www.selidori.com/tech/
Thanks given by:
Cita messaggio
Thanks given by:
#13
io ripeto quanto detto pochi giorni fa: per me sia che l'incidente sia grave che sopravvalutato (il tempo lo dirà) è la tomba del nucleare in italia. discorso diverso per chi ha già le centrali, che dovrà decidere sui tempi di vita delle stesse.
siccome la diversificazione delle fonti comunque si deve fare, per me andremo su Carbone e Turbo gas, ma anch rinunciando all'atomo per me le polemiche sono tutt'altro che alla fine, perchè gli stessi che non vogliono centrali atomiche il più delle volte non vogliono nemmeno il carbone pulito o i rigassificatori.

le rinnovabili? certo, aumenteranno la loro quota, ma qua la polemica la faccio io di persona: tutti a dire (e a ragion veduta, probabilmente) che le centrali nucleari in mano agli italiani sono un suicidio, che ci si arricchirebbero i soliti noti e così via....ma veramente crediamo che di fronte a un pannello solare o a una pala eolica diventano tutti onesti? per me è l'esatto contrario, e già ci sono state un mare di inchieste a riguardo. anzi, vedrete che se il business sarà la costruzione delle pale, al di là del rendimento effettivo, piuttosto le metteranno a centinaia dove il vento non tira mai.
and for all the roads you followed
and for all you did not find
and for all the things you had to leave behind
Thanks given by:
Cita messaggio
Thanks given by:
#14
il problema delle rinnovabili, a parte gli incentivi
è la BUROCRAZIA

molta gente si arrende ,
piuttosto che sottostare a una caterva di pezzi di carta
che cambiano da regione a regione
da comune a comune ...
Rinuncia !!

ma dov'è il libero mercato ?
ollen, du motor es mejo che uan
Thanks given by:
Cita messaggio
Thanks given by:
#15
(23-03-2011, 10:58 )TODD Ha scritto: io ripeto quanto detto pochi giorni fa: per me sia che l'incidente sia grave che sopravvalutato (il tempo lo dirà) è la tomba del nucleare in italia. discorso diverso per chi ha già le centrali, che dovrà decidere sui tempi di vita delle stesse.
siccome la diversificazione delle fonti comunque si deve fare, per me andremo su Carbone e Turbo gas, ma anch rinunciando all'atomo per me le polemiche sono tutt'altro che alla fine, perchè gli stessi che non vogliono centrali atomiche il più delle volte non vogliono nemmeno il carbone pulito o i rigassificatori.

le rinnovabili? certo, aumenteranno la loro quota, ma qua la polemica la faccio io di persona: tutti a dire (e a ragion veduta, probabilmente) che le centrali nucleari in mano agli italiani sono un suicidio, che ci si arricchirebbero i soliti noti e così via....ma veramente crediamo che di fronte a un pannello solare o a una pala eolica diventano tutti onesti? per me è l'esatto contrario, e già ci sono state un mare di inchieste a riguardo. anzi, vedrete che se il business sarà la costruzione delle pale, al di là del rendimento effettivo, piuttosto le metteranno a centinaia dove il vento non tira mai.

Certo, hai ragione, ma tieni presente che la centrale nucleare sarebbe per forza di cose in mano allo Stato mentre il pannello solare è in mano al singolo
Thanks given by:
Cita messaggio
Thanks given by:
#16
(24-03-2011, 10:45 )ollen Ha scritto: il problema delle rinnovabili, a parte gli incentivi
è la BUROCRAZIA

Quotone!
Siamo il paese dei burosauri... Sick

File Extension Seeker | Online TrID file identifier
Thanks given by:
Cita messaggio
Thanks given by:
#17
(24-03-2011, 10:45 )ollen Ha scritto: il problema delle rinnovabili, a parte gli incentivi
è la BUROCRAZIA

molta gente si arrende ,
piuttosto che sottostare a una caterva di pezzi di carta
che cambiano da regione a regione
da comune a comune ...
Rinuncia !!

ma dov'è il libero mercato ?

Se il fotovoltaico affrontasse il libero mercato sarebbe morto.
Perchè libero mercato significa zero incentivi.
Bisognerebbe aspettare che il prezzo del petrolio arrivi a oltre 300 $/barile per consentire al fotovoltaico di competere sul libero mercato.
Thanks given by:
Cita messaggio
Thanks given by:
#18
(24-03-2011, 12:47 )Angelo Ha scritto: Se il fotovoltaico affrontasse il libero mercato sarebbe morto.
Perchè libero mercato significa zero incentivi.

ovviamente non intendevo l'abolizione degli incentivi

ma la BUROCRAZIA nel campo energetico
in California un paese con una superficie maggiore dell'Italia c'è una sola legge energetica
da noi ogni regione,quando va bene, a volte ogni comune fa un po come caz.. gli pare
installare pannelli fotovoltaici o un coogeneratore ,
non doverebbe essere più complicato che installare una caldaia a gas o uno scaldabagno elettrico

invece ...
ollen, du motor es mejo che uan
[-] The following 1 user Likes ollen's post:
  • blackivory
Thanks given by:
Cita messaggio
Thanks given by:
#19
La verità emerge un po' alla volta... Rolleyes2Shutup

http://www.ilfattoquotidiano.it/2013/07/...re/663238/
Thanks given by:
Cita messaggio
Thanks given by:
#20
Non per nulla era stato classificato come il secondo disastro nucleare, in ordine di gravità, dopo Chernobyl... anche se sulle prime, visto dall'esterno, non sembrava così grave.
La mia ex Leoncina:

I miei consumi extraurbani con la Auris (da Computer di Bordo).
Thanks given by:
Cita messaggio
Thanks given by:


Discussioni simili
Discussione Autore Risposte Letto Ultimo messaggio
  RSS - Europa, l'industria del riciclo ci salverà dalla crisi economica Lily 0 492 10-12-2011, 12:30
Ultimo messaggio: Lily
  RSS - Caccia "scientifica" alle balene in Giappone con i fondi dello tsunami Lily 0 410 07-12-2011, 09:55
Ultimo messaggio: Lily
  RSS - Francia, il video di Julien attivista di Greenpeace nascosto in una centrale nucleare: quale? Lily 0 466 07-12-2011, 02:37
Ultimo messaggio: Lily
  RSS - Dopo l'emergenza rifiuti a Napoli è guerra tra il Comune e le lobby degli inceneritori Lily 0 471 06-12-2011, 06:35
Ultimo messaggio: Lily
  RSS - Fukushima, Giappone vieta vendita riso: contaminazione da cesio Lily 0 352 20-11-2011, 07:03
Ultimo messaggio: Lily
  RSS - Nucleare, Clini: "Rispetteremo l'esito del referendum" Lily 0 367 20-11-2011, 12:58
Ultimo messaggio: Lily
  RSS - Corrado Clini: ritorno al nucleare con lo Spritz Lily 0 421 17-11-2011, 10:30
Ultimo messaggio: Lily
  RSS - Le foto di Fukushima Daiichi aperta alla stampa Lily 0 391 16-11-2011, 02:56
Ultimo messaggio: Lily
  RSS - Iodio 131 sui cieli d'Europa: incidente nucleare a Krško in Slovenia? Lily 0 432 15-11-2011, 01:47
Ultimo messaggio: Lily
  RSS - Giornalisti a Fukushima, per la prima volta la stampa varca la soglia del disastro Lily 0 431 13-11-2011, 06:30
Ultimo messaggio: Lily

Vai al forum:


Utenti che stanno guardando questa discussione: 1 Ospite(i)